Ultima modifica: 30 Marzo 2022

Nuove disposizioni per il superamento dell’emergenza COVID

Prot. n°1624                                                                                                                 Pescaglia 30/03/22

Oggetto:  D.L. N. 24/ 2022- Nuove disposizioni per il superamento dell’emergenza COVID 

Si sintetizzano  di seguito le norme introdotte e confermate  dal DL 24 richiamato in oggetto. Per ulteriori dettagli si rimanda alla lettura integrale del decreto stesso al link https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2022/03/24/22G00034/sg  

 Eliminazione quarantena per i contatti stretti di positivi: dall’ 1 aprile 2022 a coloro che hanno avuto contatti stretti  con  soggetti  confermati  positivi  al SARS-CoV-2 è applicato il regime dell’autosorveglianza,  consistente nell’obbligo  di  indossare dispositivi  di  protezione  delle   vie respiratorie di tipo FFP2, al chiuso o in presenza di assembramenti fino al decimo giorno successivo alla  data  dell’ultimo  contatto stretto  con  soggetti  confermati  positivi al  SARS-CoV-2   e   di effettuare un test antigenico rapido o molecolare per la  rilevazione di SARS-CoV-2, anche presso centri privati  a  ciò  abilitati,  alla prima comparsa dei sintomi e, se ancora sintomatici, al quinto giorno successivo alla data dell’ultimo contatto.

 Accesso alle istituzioni scolastiche: per l’accesso di personale esterno all’istituzione scolastica  (genitori, fornitori ecc.) fino al 30 aprile 2022 è necessario essere in possesso ed esibire il cosiddetto “Green pass base”.

Nuove modalità di gestione dei casi di positività all’interno delle sezione o dei gruppi classe: A decorrere dal 1° aprile 2022, fino alla conclusione dell’anno scolastico 2021-2022, in presenza di almeno quattro casi di positività tra gli alunni presenti in classe, l’attività didattica prosegue per tutti in presenza con l’utilizzo di dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo FFP2 da parte dei docenti e degli alunni che abbiano superato i sei anni di età per dieci giorni dall’ultimo contatto con un soggetto positivo al COVID-19.

 Alla prima comparsa dei sintomi e, se ancora sintomatici, al quinto giorno successivo all’ultimo contatto, va effettuato un test antigenico rapido o molecolare, anche in centri privati abilitati, o un test antigenico autosomministrato per   la   rilevazione   dell’antigene SARS-CoV-2. In questo ultimo caso, l’esito negativo del test è attestato con una autocertificazione. 

Gli alunni delle scuole primarie , delle  scuole  secondarie  di primo e secondo grado  e  del  sistema  di  istruzione  e  formazione professionale in isolamento in  seguito all’infezione da SARS-CoV-2, possono seguire  l’attività  scolastica nella modalità della didattica digitale integrata su richiesta della famiglia o dello studente, se maggiorenne, accompagnata da  specifica certificazione medica attestante le condizioni di salute  dell’alunno medesimo e la piena compatibilità delle stesse con la partecipazione alla didattica digitale integrata.   La riammissione in classe dei suddetti alunni è subordinata alla sola dimostrazione di avere effettuato un test antigenico rapido o molecolare con esito negativo, anche in centri privati a ciò abilitati. 

Dispositivi di protezione

Fino alla conclusione dell’anno scolastico 2021-2022, nelle istituzioni e nelle scuole di ogni ordine e grado si applicano le seguenti misure di sicurezza: 

  • utilizzo obbligatorio dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo chirurgico, o di maggiore efficacia protettiva (obbligatori in caso di regime di “auto sorveglianza”), fatta eccezione per i bambini sino a sei anni di età, per i soggetti con patologie o disabilità incompatibili con l’uso dei predetti dispositivi e per lo svolgimento delle attività sportive;  –  rispetto di una distanza di sicurezza interpersonale di almeno un

metro   salvo   che   le   condizioni strutturali-logistiche degli edifici non lo consentano; 

  • divieto di accedere o permanere nei locali scolastici se positivi all’infezione da SARS-CoV-2 o se si presenta una sintomatologia respiratoria e temperatura corporea superiore a 37,5°. 

.

IL DIRIGENTE SCOLASTICO  

Proff. ssa Maria Pia Mencacci  

(Firma sostituita a mezzo stampa ai sensi  dell’art. 3, comma 2 del D.Lgs n° 39/1993) 

Link vai su